Ne avevo parlato nel primo articolo che ho scritto, la mia famiglia non ha esattamente manifestato felicità dopo aver appreso del mio esperimento. Partiamo, però, da principio.

Verso i primi di settembre avevo “litigato” con il mio ragazzo, che mi chiedeva perché non dicessi la verità a mia madre. Avevo intuito che c’era bisogno di altro tempo, lui no, anche perché si era trasferito all’estero ed entrambi eravamo stressati e con l’umore sotto ai piedi. Purtroppo in queste situazioni si possono verificare dei battibecchi bisbetici. Un po’ incazzata, decido allora di accennare qualcosa a mia madre, ma con delicatezza. Da tempo sapeva che probabilmente avremmo finto e architettato qualcosa per non farci rompere le scatole dai parenti di lui, ma evidentemente non sapeva tutto.

“Mamma, scusa il nervosismo ma tra me e X c’è tensione, sai com’è la distanza.. Lui va fuori di testa e io pure. Comunque.. hai notato che è un po’ di tempo che non mangio maiale e non bevo nulla?..”

“No, in verità non lo avevo notato.” mi ha risposto facendosi cupa.

“Mm.. diciamo che sto attuando una specie di conversione via.. Giusto per facilitarmi le cose, tanto probabilmente in futuro avrei smesso, sai nel caso di convivenza futura..” ero cosciente di sparare minchiate, tranquilli.

“Sì, va bene, ora non usiamo parole grosse eh. “Conversione” “. – si vede che è già scocciata – “comunque nessuno nota se mangi o non mangi maiale, tanto la carne non ti è mai piaciuta… l’alcool non ne hai mai bevuto tanto… Non dirlo a nonno, se no gli fai venire un colpo a quell’uomo! Capito?!”

E’ continuato un po’ così il discorso, si vedeva che era irritata. Che devo dire? Ci provai. Un tentativino.

Ecco, ora possiamo tornare all’esperimento (qui e qui): ho pubblicato su facebook il fatto che stavo provando a girare col velo, in un commento ho messo una foto che un’amica mi ha chiesto. Ho risposto ad un ragazzo che me lo chiedeva che sono musulmana e abbiamo parlato di cosa ci piace dell’Islam. Ho avuto delle discussioni interessanti per commento. L’unico errore: non ho tolto la visibilità del post e dei 4 a seguire, che documentavano le novità, per i miei parenti.

X: Non è Carnevale.

Y: Stai anticipando Halloween?

Ho cancellato i commenti e ho bloccato TUTTI. Purtroppo Y ha cominciato a scrivermi incessantemente. Mi ha scritto che è un buon esperimento se fatto da un sociologo, che non sono di nessuna religione e sono quindi irrispettosa (ahh, sapessi). Ha continuato “Non voglio pensare a ciò che ho intuito, ho ragione?” e mi ha promesso una sberla. Mi ha accusato di essere una teenager in cerca di affermazione, che sono incapace di fare scelte, ha detto che può rompermi i coglioni quando desidera e infine che lei “mi ha in parte cresciuta”, pertanto non devo farla arrabbiare. E’ tanto se mi fa gli auguri di compleanno o un regalino. Quando le raccontavo di come a scuola mi trattassero male mi diceva “esagerata”. Quando ho perso un anno scolastico a causa del bullismo mi ha canzonato, come al solito, con due schiaffetti sulla faccia dicendomi “allora, si boccia?”. Suvvia.

La parente X non mi saluta, so che mi vuol bene, che ha fatto molto per me soprattutto quando ero infante, ma io non me la sento di dar corda ad una che “io per te volevo un ingegnere della NASA, e invece ti sei trovata un musulmanino..”, “ma stai insieme a uno che non sa nemmeno parlare?”, “tranquilla, vedremo com’è il prossimo”. Non può non accorgersi che ogni volta che dalla sua bocca esce una frase del genere io la ignoro fino alla fine della giornata e oltre, non può non accorgersi che mi dà fastidio che lei s’intrometta, che mi auguri ciò che per me è il peggio perché ha necessità di sfogare il suo razzismo. Magari si preoccupa per me, ma so bene che se lui fosse italiano lei non avrebbe niente da ridire.

Mamma cerca di dimenticare la realtà e l’assurda litigata che abbiamo fatto quando sono tornata a casa, in cui ha preteso che io bloccassi tutti gli amici in comune perché si vergogna e mi ha chiesto di non farle mai più vedere il mio ragazzo. Ho urlato come mai nella vita, mi ha risposto che sono fuori di testa. Prima di capire quel che ho sostenuto, “è un esperimento, mamma!”, mi ha detto che sono una donna da niente e che mi sono fatta plagiare. Forse lo pensa ancora e mi fa male. Ieri mi ha detto “è buono il toast con la breasola? compro il prosciutto?”. Non le ho risposto.

Vedremo come andrà.

Annunci